Dal 1 marzo 2021 non è più possibile effettuare pagamenti verso la Pubblica Amministrazione al di fuori del circuito pago pa, il sistema dei pagamenti elettronici della Pubblica Amministrazione.

In considerazione della centralità a livello nazionale del Sistema pagoPA quale piattaforma unica per la gestione degli incassi, il Comune essendo tra i soggetti obbligati all’adesione a pagoPA non può richiedere agli utenti pagamenti tramite bonifico che non siano integrati con il Sistema pagoPA .

Per tale ragione, come precisato al paragrafo 5 delle “Linee guida per l'effettuazione dei pagamenti a favore delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi”  non  pubblica più il proprio IBAN.

In tale paragrafo infatti è precisato che “per evitare che gli utenti possano eseguire dei bonifici non integrati con il Sistema pagoPA, è fatto divieto ai soggetti tenuti per legge all’adesione a pagoPA di pubblicare in qualsiasi modo l’IBAN di accredito”. Tale divieto, che non prevede eccezioni, decorre dalla data di pubblicazione delle Linee Guida (Gazzetta Ufficiale n. 152 del 3.7.2018)

Attualmente, non sono integrati con la piattaforma PagoPA i pagamenti effettuabili, per previsione normativa, tramite Delega unica F24 (per es. IMU, TARI, TASI).

IL TESORIERE E' LA CASSA CENTRALE BANCA Credito Cooperativo del Nord Est - Trento